NUOVO PONTE SUL FIUME MEDUNA LUNGO LA STATALE 13 PONTEBBANA

DATI

  • Luogo: Pordenone

  • Committente: Comune di Pordenone

  • Prestazioni svolte: progettazione di fattibilità tecnica ed economica

  • Importo lavori: 22.446.540 €

IN BREVE

Il nuovo ponte nasce attorno al concetto di realizzare una grande porta che dalla città di Pordenone si schiuda sul fiume Meduna e lo traguardi ad est, aprendosi verso le terre del Tagliamento. Per creare questo passaggio, questa porta, questa relazione con l’oltre, si è deciso prediligere una tipologia architettonica e strutturale che recepisca ed integri, nella sua forma, questo simbolismo in un unico, evidente, elemento architettonico. Da qui la scelta del pennone unico sotto il quale condurre il traffico; un grande punto di riferimento sul territorio, quello che gli anglofoni chiamano landmark, una nuova torre, un nuovo campanile, come quello della cattedrale di S. Marco, una meta, un segno deciso verso cui lo sguardo si volge per trovare la via di Pordenone, la via di casa. Questo nuovo simbolo, se da una parte si staglia nel cielo come elemento geometrico innovativo, non scorda la familiarità con altri elementi iconici del territorio come i portici di Corso Vittorio Emanuele II, il passaggio sotto le cui arcate segna l’ingresso al cuore storico della città. 

Allo scopo di inserire una sola pila all’interno dell’alveo e in posizione decentrata rispetto al normale tracciato del corso d’acqua, il ponte risulta avere due campate di cui la maggiore, sorretta dagli stralli, ha una luce pari a 230 m e la secondaria, a trave unica, ha una lunghezza di circa 110 metri. Il pennone che caratterizza esteticamente (e anche strutturalmente) la soluzione progettuale ha un’altezza totale pari a 100 m.