IMG_E2411.JPG

PROGETTO DI RICONVERSIONE DEL PALAZZO DEL GHIACCIO

DATI

  • Luogo: La Spezia

  • Committente: Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia

  • Prestazioni svolte: progettazione definitiva strutturale

  • Progettazione Architettonica: Studio Giuliano Giaroli Designer

  • Importo lavori: 2'351'810 €

IN BREVE

Sita in un fabbricato di interesse storico nel centro cittadino risalente al 1923 progettato dall'architetto Franco Oliva, la residenza si colloca in una posizione strategica rispetto alle principali sedi universitarie, ovvero il Campus Universitario La Spezia, a soli 450 m di distanza, e il Conservatorio Musicale “G. Puccini”, a circa 1 chilometro. Il progetto prevede il recupero del Palazzo del ghiaccio, attualmente abbandonato, al fine di creare una struttura ricettiva per gli studenti. 

La progettazione ha preso avvio dalla consapevolezza degli spazi e delle condizioni strutturali del fabbricato esistente. L’ analisi dello stato di fatto ha consentito di determinare le azioni previste per il recupero e la rifunzionalizzazione dell’edificio, in particolare per la definizione delle superfici dedicate alle aree funzionali previste per la riconversione in residenza universitaria. La possibilità di realizzare una struttura adeguata alle esigenze dimensionali ha poi incontrato l’enorme potenzialità espressa dalla nuova destinazione: la residenza si pone nel panorama della Spezia come risposta a un urgente bisogno sociale. La città, infatti, attualmente non offre agli studenti universitari soluzioni abitative specifiche, generando una forte domanda di alloggi per gli studenti che popolano il Campus e il Conservatorio. Con i suoi 52 posti alloggio, Palazzo del Ghiaccio può quindi coprire parte della richiesta con un servizio di qualità e con forte valore sociale.